T-Shirts Serial Killer

  << Home Serial killer italiani e stranieri




     Fenomenologia

  Definizione Serial Killer
  Prospettiva comportamentista
  Dinamiche comportamentali
  Patologie Serial Killer
  Modelli Motivazionali
  L’infanzia dei Serial Killer
  Le Fantasie violente

     Biografie Serial Killer

  Ted Bundy
  Jeffrey Dahmer
  Andrey Cikatilo
  Richard Ramirez
  Charles Manson
  Aileen Wuornors
  Albert Fish
  Ed Kemper
  David Berkowitz
  Peter Kurten
  Arthur Shawcross
  Gianfranco Stevanin
  Donato Bilancia
  Marco Bergamo

     Mix & Shop

  Novità Editoriali
  Serial Killer Libri
  Serial Killer eBook
  Serial Killer DVD
  Serial Killer T-shirts

     Altre Risorse

  Articoli di Criminologia
  Romanzi Noir
  Serial Killer e Satanismo

 

 

















zstore0402

Serial Killer - Richard Ramirez, “The Night Stalker”

Nome Completo: Ricardo "Richard" Ramirez
Soprannome:
The Night Stalker
Nato il: 29/02 1960 - Morto il: 13/06/2013
Vittime Accertate: 13

Richard Ramirez
Video

MODUS OPERANDI: Di solito agisce di notte, il suo obbiettivo sono le coppie, uccide il più velocemente possibile l’uomo e concentra l’attenzione sulla donna. Spesso sodomizza le vittime e abbandona il corpo di quelle che uccide con mutilazioni post-mortem....

Biografia Serial Killer: Richard Ramirez

Biografia tratta da: “www.latelanera.com" di Emiliano Maiolo

Pag. 3 - Il primo omicidio accertato è avvenuto il 28 giugno 1984. La vittima fu Jennie Wincow, 79 anni, residente a Glassel Park, Los Angeles. Jennie Wincow viveva in un appartamento al pianterreno. Quella notte fu molto calda, così la donna aveva lasciato la finestra aperta per permettere un minimo di circolazione d’aria. Ramirez ne approfittò.

La Prima Vittima

 Il primo omicidio accertato è avvenuto il 28 giugno 1984. La vittima fu Jennie Wincow, 79 anni, residente a Glassel Park, Los Angeles. Jennie Wincow viveva in un appartamento al pianterreno. Quella notte fu molto calda, così la donna aveva lasciato la finestra aperta per permettere un minimo di circolazione d’aria. Ramirez ne approfittò. Assalì l’anziana che dormiva, prima accoltellandola al petto, poi tagliandole la gola da orecchio a orecchio, fin quasi a decapitarla, poi ancora con altre coltellate al petto. Si dileguò portando via qualsiasi oggetto che potesse avere un certo valore.

Il figlio di Jennie Wincow, che viveva al piano di sopra, scoprì il cadavere sul letto la mattina seguente. Dai rilievi delle polizie emersero alcune impronte digitali sulla finestra, che non portarono a nulla e segni evidenti di violenza sessuale sulla donna. La notizia di questo omicidio non ebbe grande risonanza.

Gli omicidi successivi

Passarono diversi mesi prima che Ramirez tornasse a fare nuove vittime. Il 1985 è l’anno nel quale la sua furia omicida esplose e gettò il panico su tutta Los Angeles e dintorni. Nel febbraio del 1985 molestò una bambina di 6 anni e ne stuprò una di 9. Il 17 marzo del 1985, verso le 11.30 di sera, Ramirez penetrò in un condominio, nascondendosi all’interno di un garage dove Maria Hernandez aveva appena parcheggiato la sua auto, dopo essere tornata dal lavoro. Ramirez gli sparò e la credette morta, poi penetrò nel condominio. Maria Hernandez invece era ancora viva, perché il mazzo di chiavi che stringeva in mano aveva miracolosamente deviato la pallottola dell’aggressore. Sebbene ferita, Maria riuscì ad alzarsi e a fuggire in strada in cerca d’aiuto.  Una volta fuori, udì un colpo di sparo, molto probabilmente pensò alla ragazza con la quale condivideva l’appartamento, quindi tornò indietro e rivide l’aggressore che fuggiva.

La sua coinquilina, Dayle Okazaki, 34 anni, fu trovata morta in casa, in un lago di sangue. L’appartamento era stato svaligiato. Nella stessa notte, Ramirez assalì Tsai-Lian Yu, 30 anni, una donna nativa di Taiwan. Le sparò addosso diverse volte e fuggì lasciando il corpo nella macchina della donna. Tsai-Lian Yu morì il giorno dopo. La stampa affibbiò a Ramirez il soprannome di “The Valley Intruder”. Due giorni dopo, avvicinò una ragazza diciottenne a Eagle Rock e la violentò più volte. Il 27 marzo penetrò nell’abitazione di Vincent Zazzara, 64 anni, gestore di una pizzeria, e della moglie di lui, Maxine, 44 anni, procuratore. Lui fu subito ammazzato con un colpo di pistola alla tempia, lei venne percossa, violentata e uccisa a coltellate. Ramirez svaligiò la casa e sul cadavere della donna praticò diverse mutilazioni, fra le quali una ferita a T sul seno sinistro. Per finire le cavò gli occhi, portandoseli via.

Il 14 maggio a Monterey Park, Ramirez entrò nella casa di una coppia. Li svegliò. Sparò all’uomo sessantaseienne un colpo alla tempia. Costrinse la moglie, 63 anni, a farsi consegnare gli oggetti di valore, poi la stuprò. Non riuscì a ucciderla perché il marito agonizzante cercò di chiamare la polizia. L’aggressore si dileguò. La donna, scampata alla morte, chiamò l’ambulanza e le forze dell’ordine. Il marito morì il giorno dopo, ma lei riuscì a fornire una descrizione sommaria di Ramirez.



PAG. | PRIMA | SECONDA | TERZA | QUARTA | QUINTA | SESTA | SETTIMA | RICHARD RAMIREZ VIDEO




  Definizione di Serial Killer
  Assassino seriale
  Prospettiva comportamentista
  Dinamiche comportamentali
  Patologie dei serial killer
  Modelli motivazionali
  L'infanzia del serial killer
  Le fantasie violente
  Cacciatori di Serial Killer
  Omicidi seriali in Italia
  Biografie di serial killer
  Serial Killer e Satanismo

         Shop | Libri Serial Killer     Serial Killer eBook     Serial Killer DVD     Serial Killer T-shirts

COPYRIGHT © 2007 | http://iserialkiller.altervista.org | ALL RIGHTS RESERVED